Quando Alberto Angela distrusse Goethe

L’anno scorso, più o meno di questi tempi Alberto Angela, mio unico e vero amore, l’uomo perfetto,  l’uomo più sexy del pianeta, bada bene che non sono affatto ironica, faceva una trasmissione su Rai 3, non ricordo il nome deve essere stato tipo Ulisse-il piacere della scoperta.
Si trattava in realtà di un ciclo di puntate, una specie di docufiction in cui raccontava la vita dell’uomo primitivo, precisamente di Lucy, si chiamava così, mi ricordo il nome, in quanto mio padre gentilmente da quando l’ha vista la prima volta ha riscontrato delle somiglianze tra me e la donna di Neanderthal (o qualcosa del genere) e ha deciso di rivolgersi a me da lì all’eternità (suppongo, ma non ho motivo di dubitarne) chiamandomi Lucy.  Se trovo una foto della mia gemella la pubblico. Ora, Alberto dopo avere fatto vedere come vivevano gli uomini primitivi etc. etc. dice all’incirca ” Abbiamo visto come gli uomini primitivi cercavano di conquistare la propria femmina usando la forza, battendosi cioè con i propri rivali; con l’evoluzione  le cose sono cambiate e l’uomo non usa più la forza, per ottenere il suo scopo cioè l’accoppiamento conquista la propria donna usando altre strategie: mostrandosi interessato ai suoi sentimenti, ascoltandola, e standole affianco.”

Lucy non era proprio così, un po’ più deforme. Eccomi:

 

18 risposte a “Quando Alberto Angela distrusse Goethe

  1. povera lucy.. nessuno a cullare i suoi sentimenti… glie lo si vede nello sguardo… è rassegnata, non ci spera neanche più…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...