Dizionario taurocolico: parolaio

Inauguriamo oggi, in questa giornata di sole spaccapietre una nuova rubrica: dizionario taurocolico. Iniziamo da una parola a caso.

Parolaio:  E’ un animale particolarmente pericoloso, nel caso in cui dovessi incontrarlo ti merita evitarlo.  Per il parolaio la parola non è più mezzo, ma diventa fine. Il parolaio ci tiene particolarmente a dire cose che “suonino” bene, le parole servono per autocelebrarsi, autocompiacersi, per evidenziare il proprio narcisismo, non certo per esprimere qualcosa, né tantomeno per dire cose che corrispondano al vero. Il parolaio non pensa, parla e dopo si scusa. Sono ovunque. State attenti. 

35 risposte a “Dizionario taurocolico: parolaio

  1. Caffeina mon amour, un caffé può bastare, stomachevoli invece “Red Bull” e affini.🙂 Scrivere per come la vedo io è trasformare la contingenza in necessità, credo che questo si chiami stile e si traduce nello specifico coll’assegnare a ciascuna frase dei sottintesi, più sottintesi, in modo da colpire il lettore a vari livelli.

    • Eh sai, avendolo chiamato dizionario taurocolico, non le puoi certo dire niente, ha messo le mani avanti, è la bile che parla, altro che sottointesi, penso voglia proprio il contrario.

      • Bile, certo, ma la taurina rinvia anche ad altro e siamo nell’ordine dell’iposemia del linguaggio ed è quello che dicevo prima. Scrivere è prendere le cose, vive, nella trappola delle frasi: combinando ingegnosamente le parole l’oggetto s’impegola nei segni, è tuo (jps)

        • Certo, non lo metto in dubbio (jps sta per Jean Paul Sartre?) però ci può essere a volte l’esigenza del tutto umana non di scrivere, come lo intendi tu giustamente, ma di parlare, comunicare magari una cosa che ti infastidisce, diciamo così, e basta senza alcun intento poetico o simili?

          • Si, hai ragione (anche per JPS) credo si chiami “scrittura non creativa” vale a dire quella con cui descriviamo, raccontiamo, esponiamo, interpretiamo e valutiamo, argomentiamo…

          • Holzwgy❤😀 ti nomino voce della mia coscienza nella rubrica dizionario taurocolico.

            Hai ragionissima, ed effettivamente mi servirebbe molta caffeina, ma nasce solo dal fatto che mi sono svegliata arrabbiata, e con uno strano dolore al fegato, da qui poi le mie associazioni sinaptiche. 🙂

  2. Con un opportuno adattamento, la definizione del termine starebbe molto bene nella pagina del mio profilo (per qualche tempo, almeno).
    Chiedo ufficialmente l’autorizzazione a impossessarmene.

    Buona giornata.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...