I tradimenti del manto stradale

Corro, corro, corro. Sette e ventotto. Treno ore sette e ventotto. Mi mancano ancora duecento metri da percorrere. Cavolo. Lo perdo, lo perdo, lo perdo.

Davanti a me un uomo, sta andando a lavoro, ha in mano un orribile ombrello giallo, anche lui è in ritardo. Lo vedo tutte le mattine, facciamo lo stesso percorso, prendiamo lo stesso treno e siamo sempre in comune ritardo. Cammina velocemente. Sette e ventinove. Si ferma all’improvviso. Abbassa lo sguardo. Lo guardo.

Vento e pioggia, è autunno. E’ novembre. Subdoli e sublimi tappeti di foglie ricoprono il marciapiede. Per terra anche un necrologio. E’ morto Luigi. Ed è per terra.  L’uomo davanti a me lascia cadere l’ombrello, il vento lo trasporta chissà dove.  Fermo sul marciapiede guarda il  tetro manifesto. Non riesco a leggere nel suo volto. Sembra immobile, paralizzato. Ha calpestato Luigi. Non riesce a spostare la sua scarpa da quel foglio. Sotto l’acqua, bagnato tetro e solo come il manifesto, si piega, solleva il foglio, cerca di pulirlo, di eliminare la sua impronta. Cerca di eliminare il suo vilipendio, di ridare dignità a quell’ultimo foglio. Forse Luigi è suo parente o amico o suo padre, e lui l’ha calpestato. Fragile e bagnato il foglio si strappa. Gli rimangono in mano due pezzi. Li fa cadere, e se ne va.  Sul foglio bianco e nero sporche impronte di scarpe e nomi di parenti. Sette e trenta. Lascio anch’io la mia impronta su Luigi. Devo prendere il treno.

Ci ritroviamo nello stesso vagone. Un uomo lo saluta, ascolto. “Oh Marco, allora come va?”
“Bene. Ho perso l’ombrello, sono tutto bagnato, stavo per perdere il treno, e ho calpestato mio fratello.”

5 risposte a “I tradimenti del manto stradale

  1. Anche tu sognerai di trovarti prima o poi su di una mongolfiera in compagnia di un bizzarro per non dire surreale personaggio alato che contrariamente a quel accade in un racconto di Poe ti suggerirà di non credere alle stravaganze della vita … come per esempio volare su di una mongolfiera in compagnia di un bizzarro …

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...