Due, due le ore

Voglio raccontare una storia, la mia personale storia. Non ho mai avuto il dono della sintesi soprattutto quando si parla di determinati argomenti, ma cavolo questa storia che mi propone la vita è sintesi della mia stessa vita, e soprattutto sintetizza me.
La storia è questa, è breve e non ha nulla di interessante:
Mare, sole, stato d’animo al top dell’ebrezza: nulla che non andasse, era tutto maledettamente ok.
Scoglio. vedo uno scoglio alto sì, forse, non troppo, non saprei, non ne ho misurato l’altezza; ma era uno scoglio è per me in quel momento era alto, altissimo.
Due. Due i secondi necessari alle mie sinapsi per portare il mio corpo nella direzione di quel “altissimo” scoglio, ripeto due secondi; senza paura.
Due. Due le ore che il mare ha dovuto attendere per potere abbracciare e ricoprire interamente il mio corpo.

Indecisione? Paura? Cosa?

Annunci

Una risposta a “Due, due le ore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...